Tagliole

Posizione corrente:

Ti trovi in: Home » Il territorio » Tagliole

CasaMordinini

E’ una frazione piccola ma assai conosciuta perché posta lungo la strada che porta ai laghi Santo e Baccio. Posizionata nella Valle omonima, nulla ha da invidiare alle sorelle alpine per il panorama incantevole che offre.

A causa della vicinanza al confine toscano subì più volte nel corso del 600 incursioni  dei lucchesi. Ora, dopo tanti anni di controversie i rapporti con la Toscana ed in particolare con Barga che possiede un rifugio di proprietà presso il Lago Santo,  sono di amicizia e collaborazione.

Meta di escursioni in ogni stagione, il Lago Santo, il più grande ed il primo che si incontra salendo da Tagliole, offre anche ospitalità e  piatti tipici nei rifugi presenti sulle sue rive. Percorrendo il sentiero che costeggia il lago ci si può soffermare anche per una preghiera di ringraziamento per tanta bellezza presso la chiesetta degli alpini.

Nella frazione di Tagliole la chiesa parrocchiale è stata  rifatta nel 1870.

 Da visitare

–   l’Olmo secolare di Casa Mordini

  • l’intera valle delle Tagliole
  • I laghi Santo, Baccio, Turchino e Torbido
  • Per i più esperti i sentieri del crinale che portano alle vette del Rondinaio e del Giovo

Leggende:

Sono molte le leggende che cercano di raccontare l’origine di un nome così alto, come Santo. La più nota parla di due cacciatori, che in una domenica d’inverno, inseguendo un lupo, giunsero al lago ghiacciato. Uno dei due uomini sentendo le campane della chiesa di Tagliole che chiamavano alla S.Messa andò a soddisfare il precetto festivo, l’altro continuò la caccia al lupo. Quest’ultimo riuscì anche ad ucciderlo, ma il sangue caldo della bestia fece sciogliere il ghiaccio e il “miscredente ”cacciatore finì nel lago. Il nome “Santo” del Lago deriverebbe dalle tante benedizioni che il parroco di Tagliole faceva per onorare gli annegati.

V.Milani, A.Antonioni