S. Annapelago

Posizione corrente:

Ti trovi in: Home » Il territorio » S. Annapelago

SAnnaByNight

Percorrendo la S.P. 324 che conduce al Passo delle Radici e circa ad otto km prima di esso, si incontra il ridente paesino di S.Annapelago, che è uno dei paesi più recenti del Frignano.

Il fascino della valle, è costituito dai boschi di faggi e di conifere e dalle montagne che lo sovrastano : dalle Cime dell’Omo e di Romecchio a quelle di Montealbano e dello Spicchio che lo separano dalla Toscana

La varietà della flora e della fauna sono un’altra attrattiva dei luoghi.

Paese di grande emigrazione, soprattutto verso l’America del Nord, non dimentica i suoi figli lontani e quando uno di essi lascia questo mondo,  nel tardo pomeriggio della domenica,  le campane di S.Anna lo salutano per l’ultima volta; nell’Oratorio della Torre, una lapide in marmo ricorda i santannesi deceduti oltre oceano.

Cenni storici

 Anticamente il suo territorio era ricoperto da boschi e pascoli, nella zona esisteva soltanto l’ospizio di S. Leonardo eretto da monaci per l’accoglienza dei viandanti che si avventuravano per quei sentieri impervi. Sembra che le prime case di pastori e agricoltori fossero edificate dopo il 1450, ma rimasero sotto la dipendenza del Comune di Roccaapelago fino al 1637 con il nome di Casoni di Roccapelago, anno in cui acquistarono l’autonomia ecclesiatica e al 1687 quella amministrativa.

Nel 1804 i Comuni di Roccapelago, S.Annapelago e S.Andrea vennero aggregati a Pievepelago.

Il paese fu interamente distrutto dalla frana del 1896:; la chiesa venne ricostruita pochi anni dopo e successivamente l’intero paese che oggi si adagia su dolci declivi che digradano dalle montagne del crinale fino al torrente Perticara.

Impiantistica sportiva e svago

E stazione turistica estiva ed invernale per la presenza degli impianti di risalita di proprietà comunale e di una pista da sci nordico illuminata al centro del paese. E’ in costruzione un tapis roulant che sostituirà la sciovia.

Per lo sport estivo sono presenti anche nr. 2 campi da tennis ed un campo da calcio.

Per i più piccoli un parco giochi discretamente attrezzato.

Paese di atleti di rilievo nella pratica dello sci nordico (un nome tra i tanti: Palmiro Serafini recentemente scomparso) e non solo (Luigi Bernardi nel 1953 dai 1200 mt della sua S.Anna salì a sfiorare la vetta dell’Everest), ha ospitato nel 1968 i campionati italiani della disciplina.

Personaggi illustri

S.Annapelago ha dato i natali anche a nomi illustri nel campo della cultura : sacerdoti, professori e letterati tra i quali ricordiamo in tempi più recenti lo storico Venceslao Santi e il maestro Cesare Patarazzi (animatore del corpo bandistico per oltre sessant’anni)

A.Antonioni, V.Milani