Museo delle mummie
Roccapelago

Il museo delle Mummie di Roccapelago si avvale di tre sale. Il progetto di allestimento ha previsto tre sale a partire dalla cripta. Nella prima sala sono esposti tutti i reperti appartenenti alla fase del castello. Nella seconda sala sono invece esposti in due vetrine i reperti che riguardano gli oggetti devozionali e personali rinvenuti durante i lavori di scavo. Alcuni di questi devono essere ancora...

 dettagli

ingresso cripta
Pillole: dai primi studi del Dna sulla popolazione vivente: il sindaco Corrado Ferroni ha un parente tra le mummie esposte in cripta- l'individuo 56

Le Mummie

Ritrovamento

Non si tratta, come spesso accaduto, della mummificazione volontaria di un gruppo sociale (monaci, beati, membri di famiglie illustri), ma della conservazione naturale di parte della comunità sepolta tra la seconda metà del ‘500 e il ‘700. La scoperta è avvenuta nei locali dell’antica roccaforte medievale di Obizzo da Montegarullo uno dei più potenti signori del Frignano, che si ribellò alla fine del XIV secolo al dominio agli Estensi, successivamente divenuta chiesa e cripta della Comunità. La Chiesa della Conversione di San Paolo Apostolo, a Roccapelago, è uno degli edifici...

 dettagli

Gli scavi della chiesa

Il lavoro di scavo nella cripta, è durato più di tre mesi. È stato necessario documentare ogni fase prima d’intervenire, la modalità di scavo andava riconsiderata ad ogni avanzamento dei lavori. Sono state individuate almeno cinque momenti di sepoltura, legati alle diverse fasi e modalità di utilizzo dell’ambiente sotterraneo. L’ambiente sotto il pavimento della Chiesa di Roccapelago, fu creato utilizzando il naturale declivio della roccia. Ed al momento di inizio lavori, la parte superficiale, si presentava completamente colmato con blocchi di pietra di grandi dimensioni e da materiale più fine....

 dettagli

Causa morte

Non è sempre possibile sapere la causa di morte soprattutto se si tratta di resti umani del passato. Gli studi sulle patologie aiutano l’antropologo ha determinare la morte di un individuo, ma solo in alcuni casi come i traumi, infezioni importanti a volte di tipo epidemico, oppure per tumori ossei di tipo maligno è possibile dichiarare la causa di morte. Lo scavo a Roccapelago ha permesso, però, di fare una prima documentazione sullo stato di salute delle mummie e dei resti umani scheletrizzati, dando un quadro ampio e dettagliato anche...

 dettagli

Corredo funerario

La scoperta delle mummie di Roccapelago, persone vissute a cavallo di due secoli, metà XVI- metà XVIII secolo, che costituivano una parte della comunità, diventa importante per comprendere se ci siano state variazioni nella preparazione e nella cura del defunto. Questo aspetto viene rilevato proprio attraverso il recupero di tutti quegli elementi e reperti che fanno parte del corredo funerario. Attraverso i corpi mummificati è stato possibile registrare anche le modalità di preparazione, posizione degli arti superiori e inferiori, e cura che veniva riservata al proprio caro. I reperti a...

 dettagli

Abiti e tessuti

Il ritrovamento di abiti in sepolture, suscita sempre interesse, perché in qualche modo ci collega al passato; anche noi indossiamo abiti, che possono essere pure simili a quelli dei defunti. Tali ritrovamenti possono offrire una grande varietà di letture e interpretazione, fine anche ad ispirare uno stilista o artista a prendere spunti per la propria creatività. Imparare dal passato per rinnovare il contemporaneo. Cosi anche nel caso di Roccapelago dove però i morti erano principalmente vestiti nelle loro camice e calze di ogni giorno e rinchiusi in sudari, confezionati per...

 dettagli

Interesse scientifico del ritrovamento

La legge italiana tutela il patrimonio biologico che consiste anche nell’insieme dei resti organici ed inorganici di uomini, piante e animali vissuti nei vari periodi preistorici, protostorici e storici che costituiscono, in parallelo con i beni archeologici, artistici, storici, architettonici e ambientali, un bene prezioso da tutelare in quanto rappresentante una memoria biologica, esso è quindi soggetto a salvaguardia come previsto dalla normativa giuridica (lgs. n. 42 del 2004). L’interesse del ritrovamento avvenuto a Roccapelago è stato in primo luogo riconosciuto dalla Soprintendenza dei Beni archeologici dell’Emilia Romagna, il Dott....

 dettagli

Ricostruzioni storiche

Il ritrovamento delle mummie a Roccapelago ha condotto verso importanti ricostruzioni non solo legate alla vita delle persone deposte nella cripta, ma ha messo in luce importanti dati sulla vita della torre residenziale che poi divenne chiesa. L’esame dei dati di scavo unito alle murature ha consentito di comprendere come la torre si sia trasformata nel tempo. La torre residenziale, era la residenza di obizzo da montegarullo il signore di Roccapelago. Esternamente, ancora oggi, si riconosce, all’esterno lungo la parete est dell’attuale Chiesa, gli antichi limiti dei muri. È stata...

 dettagli


 Itinerari di Roccapelago

Tipologia: 


Escursionismo

Antica Via del Frignano da Pievepelago a Roccapelago

Escursionismo

Roccapelago-Sasso Tignoso